giovedì 14 novembre 2019

Nate Baertsch per i Masters Of The Universe!

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

ancora grandi illustratori al lavoro sui Masters Of The Universe. Che ve lo dico a fare?
Stavolta tocca all'americano Nate Baertsch. Basta, poche parole, molte immagini! A voi la gallery!

Nate Baertsch Masters Of The Universe

martedì 12 novembre 2019

Nightbird, di Lucia Patrizi

Nightbird, di Lucia Patrizi recensioneSalve a tutti, è il Moro che vi parla!

Abbiamo già parlato di Lucia Patrizi da queste parti, per l'esattezza negli articoli relativi ai suoi due precedenti romanzi, Il posto delle onde e My little moray eel.
Di seguito, la quarta di copertina di Nightbird:

Roma. Oggi. Irene e Giada sono acchiappafantasmi professioniste. Ma il loro metodo di lavoro è un po' particolare: Irene disinfesta i luoghi appositamente infestati da Giada al fine di procacciarsi nuovi, danarosi clienti. I quali credono di avere a che fare con lo spettro infuriato del proprio trisavolo, e non sospettano trattarsi invece di una messinscena ben orchestrata. Sì, perché Giada è realmente un fantasma. Le sue sono vere infestazioni, seppur abusive. Ma questo non impedisce alle due ghostbusters di mantenere "vivo" il profondo, contrastato legame che le unisce, messo a dura prova dal terribile evento che ha segnato per sempre le loro esistenze: la morte di Giada. Questo precario equilibrio si infrange quando, in una villa abbandonata sul lago di Bracciano, Irene e Giada si trovano di fronte a un'infestazione precedente alla loro. Una forza perversa, antica e brutale, si è risvegliata e minaccia di annientare tutto ciò che incontra. E tempo allora di fare le acchiappafantasmi sul serio, anche se questo significa affrontare la più devastante minaccia sovrannaturale per Roma (e per il mondo intero) e fare i conti una volta per tutte con il passato. E con la bicicletta chiamata Nightbird.

giovedì 7 novembre 2019

Zagor le origini 6 - L'eroe di Darkwood

zagor le origini 6 L'eroe di DarkwoodSalve a tutti, È il moro che vi parla!

Siamo alla fine di questa miniserie, ed è ora di tirare le somme. Ma prima, qualche parola sul sesto numero.

Il sesto volume di Zagor - Le origini ha la caratteristica di essere diviso in due metà nettamente separate. Nella prima viene recuperato il personaggio di Manuel, il trapezista che per primo ha insegnato a Zagor a volteggiare tra i rami degli alberi, personaggio creato appositamente per questa miniserie. La prima metà e anche la più interessante proprio in quanto inedita, ma non solo. Ci sono momenti toccanti che colpiscono, e uno Zagor ancora scosso dagli eventi che l'hanno coinvolto, trascinato dal furore della gioventù, che non disdegna di uccidere un nemico colpendolo di sorpresa alle spalle.
Nella seconda metà, e lo stacco si avverte distintamente, torniamo al remake/riassunto di un episodio classico, che è un po' la cifra stilistica di questa miniserie. L'albo in questione è Il re di Darkwood, che poi è la seconda parte di Zagor racconta, dal momento in cui Zagor incontra i Sullivan alla sua prima apparizione al raduno dei sakem nella radura della piccola acqua.

lunedì 4 novembre 2019

Un videogioco dalla mia infanzia: Digger

digger1-1Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ho questo particolare ricordo della mia infanzia:
avrò avuto sette o otto anni, e capitava ogni tanto che mia madre mi portasse con lei in ufficio. Presumo che capitasse magari quando lavorava di sabato o quando per qualche motivo non c'era scuola e i nonni non potevano guardarmi.
Per tenermi buono mi metteva davanti a un computer con un videogioco, che mi pare fosse stato procurato da mio padre. Il videogioco in questione stava tutto su un floppy disk di quelli grandi, da 5 pollici e un quarto (in realtà so che ne esistevano di anche più grandi, ma non li ho mai visti né all'epoca né dopo), rosso fiammante. Ricordo che mi affascinava il fatto che fosse "molle".

La mia memoria non è così precisa, così mi tocca consultare Wikipedia per sapere che questi dischetti potevano avere tre formati di memoria: 160, 360 o 1200 KB. Significa che al giorno d'oggi sarebbe piuttosto improbabile riuscire a farci stare anche una sola fotografia. Il dischetto era avviabile, ciò significava che si poteva usarlo anche per far partire il computer, e se non ricordo male era l'unico modo per poter giocare.

giovedì 31 ottobre 2019

Geek League, fumetti per Halloween: Pandemonium, di Christophe Bec e Stefano Raffaele

Risultati immagini per pandemonium christophe becSalve a Tutti, è Il Birraio che vi parla!

Sono stato colpevolmente assente dalle ultime imprese della Geek League: il mio arcinemico, Volstead il Proibizionista, aveva attaccato la mia base segreta con una serie di moralismi perforanti e leggi inibitorie rotanti. C'è voluto del bello e del buono per resistere al suo impeto fondamentalista, ma infine le difese della mia base segreta alcolica hanno tenuto e Il Proibizionista è stato respinto! Posso quindi tornare a solcare i cieli della blogsfera e compiere nuove mirabolanti imprese insieme ai membri della Geek League!

In occasione di Halloween, abbiamo deciso di parlare di fumetti horror!

In particolare io ho selezionato un fumetto uscito in italiano per la collana Mondadori Fantastica, che traduce fumetti del mercato francese.
Il titolo è Pandemonium e gli autori sono il prolifico Christophe Bec ai testi e Stefano Raffaele ai disegni.

Geek League letterina per Babbo Natale

lunedì 28 ottobre 2019

Mattias Fahlberg per i Masters Of The Universe!

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Non ho trovato molte informazioni biografiche sullo svedese Mattias Fahlberg, autore dei disegni della gallery di oggi, quindi mi sa che dovremo accontentarci delle sue illustrazioni a tema MOTU!
Oltre a una serie di illustrazioni stand-alone, ha realizzato anche le copertine per una fanfiction sui Masters of the universe intitolata The Bloodline trilogy. Se vi interessa, è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale (in inglese).


Mattias Fahlberg per i Masters of the Universe


giovedì 24 ottobre 2019

Matthew Mather - Cyberstorm, l'audiolibro

matthew mather cyberstormSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Cyberstorm, del canadese Matthew Mather, è uscito nel 2013 negli Stati Uniti e nel 2014 in Italia, per Fanucci. Quella di cui parliamo adesso invece è la versione audiolibro, uscita nel 2016 sulla piattaforma Audible di Amazon.

Matthew Mather è un esperto di sicurezza informatica (oltre ad aver lavorato nel campo delle nanotecnologie, nelle previsioni meteo e nella digitalizzazione delle cartelle cliniche), e nello scrivere questo libro si è avvalso della consulenza di altri esperti nel campo, per cercare di immaginare quali sarebbero le conseguenze di un collasso totale della rete informatica. Ora, io non sono un guru ma sono comunque un tecnico informatico, e mi riesce difficile immaginare che un attacco informatico, per quanto colossale e devastante, possa portare alle conseguenze viste in questo libro. Credo che esista una certa compartimentazione che rende difficile attaccare tutti i server di tutte le aziende contemporaneamente, oltre a sistemi di backup e ripristino. Inoltre è tutto eccessivamente connesso, tipo la caldaia del palazzo che si può accendere solo tramite internet. Possibile che non abbia nemmeno un cavolo di interruttore? Chi crea un sistema di riscaldamento che si può accendere solo con l'app del telefonino? Se io sono un vecchietto che non sa usare lo smartphone devo andare ad abitare da un'altra parte? Ma ricordiamoci comunque che il libro è ambientato qualche anno nel futuro, quindi si può immaginare che l'autore abbia teorizzato una informatizzazione ancora più approfondita e invadente di quella attuale, che già è notevole. E poi è lui l'espertone di sicurezza, mica io.

lunedì 21 ottobre 2019

Boba Fett nei videogiochi

Risultati immagini per boba fett toy 1979Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Boba Fett è un personaggio di cui non mi è mai fregato niente, inutile nel film in cui compare per la prima volta e ripescato non si sa bene perché nella seconda trilogia.
Ho poi scoperto che il giocattolo che lo rappresentava all'epoca dell'uscita della prima trilogia ha avuto un enorme successo (giocattolo ritratto nell'immagine qui a fianco), al punto da essere nella top five delle action figure più vendute dedicate ai personaggi di Star Wars.
Impossibile capire se il successo del giocattolo fosse dovuto alla presunta "figosità" (passatemi il neologismo) del personaggio cinematografico, oppure se il giocattolo fosse di per sé così "figo" da vendere un botto anche se il personaggio nel film non valeva una cicca.

-AGGIORNAMENTO-
Grazie all'utente Facebook Roberto Azzara vengo a sapere che la prima comparsa del personaggio di Boba Fett non è quella del film: il personaggio appare per la prima volta nello speciale televisivo del 1978 The Star Wars Holiday Special, nel quale era protagonista dello spezzone animato, l'unico che valesse la pena di guardare. lo si trova integralmente su Youtube, qui. Possiamo presumere che sia stato quel cortometraggio, comunque di qualità piuttosto scarsa, a lanciare la popolarità del personaggio.
-FINE AGGIORNAMENTO-

Sia come sia, il successo del giocattolo ha spinto i cervelloni del marketing di Star Wars a varare una gran quantità di fumetti dedicati a Boba Fett, fumetti ai quali Lucius Etruscus sta dedicando una serie di articoli sul suo blog Fumetti Etruschi, e che a suo dire non sono nemmeno male. Pungolato dal bloggatore seriale, ho quindi deciso di realizzare questo articolo sui videogiochi in cui compare il cacciatore di taglie più ingiustamente famoso della storia del cinema!

giovedì 17 ottobre 2019

The Joker - Year Of The Villain, di John Carpenter!

John Carpenter Joker Year of the villain recensioneSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Year of the villain è l'ennesimo megacrossover della DC, pensato come seguito del già pessimo Dark Nights metal, di cui parlai qui.
Cosa potrebbe essere uscito da una storia il cui unico pregio era il character design delle versioni cattive di Batman? Non lo so e non mi interessa, ho già detto più volte che i crossover della DC non mi beccano più, robacce incomprensibili che prevedono regolarmente supercattivi in grado di schiantare Superman e Wonder Woman con un petto e che coinvolgono universi paralleli che si mischiano a caso giusto per azzerare la continuity ogni tanto, e nessuno che lo trova quantomeno bizzarro.
Mi ha comunque attratto questo one shot: innanzitutto perché è dedicato al Joker in un periodo in cui sembra che si possa parlare solo del Joker, grazie al film che tutti abbiamo sentito il bisogno di recensire, me compreso. Ma soprattutto grazie al nome di uno dei due co-autori di soggetto e sceneggiatura: John Carpenter. L'altro è Antony Burch, autore di una serie di video comici sul mondo dei videogiochi e sceneggiatore di alcuni videogiochi della serie Borderlands. Ha già lavorato insieme a John Carpenter per la serie Big Trouble in Little China: Old man Jack, seguito a fumetti di uno dei più bei film di sempre, Lucius Etruscus ne parlò sul suo blog Fumetti Etruschi. Ai disegni abbiamo Philip Tan.
.

lunedì 14 ottobre 2019

Ascoltare Lovecraft

Audiolibri LovecraftSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Punto 1: Come ho già detto altre volte, ho trovato un lavoro a 35 minuti di macchina da casa, il che significa che devo trovare un modo per far passare il tempo. Gli audiolibri mi sono sembrati la scelta migliore, anche se l'offerta in italiano per quanto riguarda i generi che preferisco è tremendamente scarsa.
Punto 2: tra una cosa e l'altra non sono mai riuscito a completare la lettura di Lovecraft, al momento ho letto solo uno di quattro volumi che raccoglievano tutti racconti, usciti tempo addietro.

Lovecraft per fortuna è uno di quegli autori dei quali si trova abbastanza roba in audio in italiano, e per giunta di ottima qualità.
Qualità non solo dovuta all'attenzione degli editori, ma anche alla natura dei racconti stessi: la narrazione in prima persona, usata quasi sempre da Lovecraft (almeno in quasi tutti i racconti che conosco io), in audio da l'impressione che non ci sia un attore a leggere una storia quanto piuttosto il protagonista a raccontarla.

Ho quindi deciso di compilare questo piccolo post di servizio, per riepilogare quanto esista in italiano di audiolibri legati a Lovecraft, si sa mai che qualcuno abbia le stesse mie esigenze.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;