giovedì 15 aprile 2021

George Evangelista per i Masters of the universe!

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Giù il cappello davanti all'arte digitale dell'australiano George Evangelista: i suoi Masters ultrarealistici sono fantastici! 
Vi dico solo che due delle immagini qui sotto sono entrate tra quelle che ruotano come sfondo del mio smartphone...


George Evangelista per i Masters of the universe!

martedì 13 aprile 2021

La musica di Mortal Kombat

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla! 

Uno dei miti della mia giovinezza è la colonna sonora di Mortal Kombat, canzone che io all'epoca conoscevo appunto solo come "la colonna sonora di Mortal Kombat", avendola sentita solo nel film. Ho già parlato di questa cosa nel post musicale della Geek League

Ora è uscito una nuovo remix nella stessa canzone, come parte della campagna pubblicitaria per il prossimo film di Mortal Kombat, e mi è venuta voglia di recuperare informazioni su questa canzone che canticchio ancora adesso a distanza di anni. 

Il primo Mortal Kombat è del 1992, nel 1995 il gruppo The Immortals realizza un concept album dove ogni canzone è dedicata a uno dei combattenti del primo episodio, come parte della campagna per il lancio della conversione del gioco per computer e console. 

giovedì 8 aprile 2021

Ma quanto è odioso il finale di WandaVision?

L'insopportabile finale di WandaVision
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla! 

Sappiate fin da subito che questo articolo è pieno di SPOILER senza alcun ritegno, quindi se non avete ancora visto questa serie e pensate di farlo, e io ve lo consiglio perché è una bella serie, allora smettete di leggere ADESSO. 
Allo stesso tempo non vuole essere una recensione. Non amo scrivere le recensioni di prodotti Marvel perché hanno un tale seguito di fan che non mi è possibile scrivere niente che non sia già stato scritte altre mille volte da altri molto prima e probabilmente pure meglio. Io ho i miei tempi, quando parlo sul blog di un qualsiasi prodotto è facile che per il web sia ormai ampiamente passato di moda, e coi film Marvel è matematico.
Alla fine spesso lo faccio lo stesso perché, nonostante tutto, gli articoli sui prodotti Marvel sono sempre tra i più letti. Stavolta però niente recensione, ma solo un'opinione e quattro chiacchiere sul finale.

È una bella serie WandaVision, certo non è Legion che continua a essere di gran lunga la miglior serie televisiva sui supereroi, e francamente anche Doom Patrol mi è piaciuta di più, ma si guadagna un terzo posto (non che abbia visto tutte le serie di supereroi esistenti, ma basandomi su recensioni, impressioni e commenti quelle che non ho visto mai le guarderò, a parte forse The boys). 

martedì 6 aprile 2021

Star Trek Discovery, la terza stagione.

Star Trek Discovery terza stagione recensione
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ok, già le prime due stagioni di Discovery non erano "Star Trek". Star Trek, da The Next Generation in avanti, ha tutta una serie di sottotesti sociologici e filosofici. Sottotesti che già in Enterprise cominciavano a latitare, ma erano ancora presenti. Nelle prime due stagioni di Discovery mancano del tutto.
Ho già parlato del mio rapporto con Star Trek nell'articolo su Picard e gli elfi di Dune. Le nuove incarnazioni di Star Trek non sembrano in grado di riprendere quel tipo di tematiche e di filosofia. Parlai qui del film Into Darkness, e un altro discorso sui film lo feci tempo fa qui.
Come già dissi per Picard, la mancanza delle tematiche in questione mi dispiace ma non ne faccio un dramma, perché io ho un amore anche verso l'ambientazione in sé. Parliamo di phaser, di teletrasporto, di velocità di curvatura, di ponti ologrammi e compagnia cantante, e io sono già contento. Sì, è un effetto nostalgia evidente. Che volete farci, sono diversamente giovane.

Le prime due stagioni di Discovery mi accontentavano in questo, perché era una buona serie di fantascienza ambientata nell'universo di Star Trek. Non era perfetta, la sceneggiatura a volte faceva acqua e non riesco a sopportare il nuovo, ingiustificato aspetto dei Klingon, ma l'ho comunque guardata con piacere (molto più di quel buco di sceneggiatura con buoni attori e messa in scena intorno che è Picard).

martedì 30 marzo 2021

Zack Snyder's Justice League: riciccia come il polpettone a capodanno

Zack Snyder's Justice League recensione
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ormai è chiaro che la storia che sta dietro a questo film è più interessante del film stesso. Parliamo di una tragedia familiare, di un progetto preso in mano da un collega e reso "altro", di una major che non sa più che pesci pigliare, del potere dei fan che sbraitano su internet, e di 70 milioni dati a Snyder per poter tornare a fare quello che voleva.

In pratica a Zack Snyder era stato commissionato questo film sulla Justice League, che avrebbe dovuto introdurre personaggi nuovi e che nelle intenzioni del regista avrebbe dovuto essere diviso in due parti. Snyder aveva già messo bene in chiaro la sua "visione" dei supereroi con i suoi film precedenti, ma stavolta la Warner ha deciso di voler saltare sul carro del vincitore e a un certo punto ha affiancato a Snyder Joss Whedon, pensando di fare un film meno cupo e con più battutine. Poi Snyder ha avuto un grave lutto in famiglia e ha dovuto mollare, anche se il girato era già quasi tutto pronto. Così la Warner ha passato il compito di terminare l'opera al solo Joss Whedon, osannato dalle folle per il primo Avengers (magari un po' meno per il secondo), il quale ha dato all'opera un taglio più "divertente" com'era nelle sue corde, tagliato un sacco e richiamando gli attori per girare nuove scene, tra cui quella ormai mitica del Superman baffuto. 
Il risultato è una mezza cagata, né carne né pesce, non ha l'afflato epico dei precedenti film DC ma non è nemmeno divertente e solare come quelli Marvel, insomma si ritrova nel mezzo e non piace praticamente a nessuno.

martedì 23 marzo 2021

Tutti i videogiochi delle Tartarughe Ninja

 

Tutti i videogiochi delle Tartarughe Ninja

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

La benemerita DotEmu si è ormai specializzata nella conversione di vecchi videogiochi per sistemi moderni (in genere per smartphone) e soprattutto in remake e seguiti, modernizzando i giochi originali ma senza tradirne le caratteristiche. Per intenderci, sono quelli che stanno dietro al remake di Wonder Boy, a Streets of rage IV , a Super Pang e all'annunciato Windjammers 2 (quand'è che esce, gente?). 
Quando questi signori hanno annunciato di avere in cantiere un nuovo gioco delle Tartarughe Ninja, realizzato in 2D con evidenti rimandi ai classici arcade, il popolo del retrogaming è esploso di grida di giubilo... Come se non vedessero un videogioco delle TMNT da decenni.
Ecco, non è proprio così. Perché in seguito a quell'annuncio mi sono messo in testa di fare questo articolo dove cerco di raccogliere TUTTI i giochi dedicati alle Turtles che sono usciti, e sono un MACELLO!! Ben pochi sono gli anni non coperti dall'uscita di almeno un gioco con le Tartarughe protagoniste, dall'89 a oggi.

Sono consapevole che questo post è talmente lungo che nessuno lo leggerà fino in fondo, ma tant'è, ormai avevo iniziato...

martedì 16 marzo 2021

Brevi opinioni sulle ultime storie di Zagor. Dicembre 2020, gennaio e febbraio 2021

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Qui trovate la mia opinione sul numero zero del team-up tra Zagor e Flash, ma non è l'unica uscita zagoriana di questo inizio 2021.
Ho deciso quindi di raccogliere in questo articolo le opinioni che ho scritto sul forum di Zagor riguardo alle ultime tre storie uscite. Così, perché non si butta via niente.

Zagor la missione di Drunky Duck recensione

La missione di Drunky Duck (Color Zagor n°12, dicembre 2020) di Moreno Burattini e Bane Kerac

Non mi ha fatto impazzire questo Color, L'ho letto volentieri ma credo che mi dimenticherò completamente della storia in pochi giorni. Lo spunto dei cruciverba da decifrare è interessante, ma proprio per questo avrebbe secondo me dovuto essere sfruttato di più. Io avrei apprezzato di più una storia più cervellotica ma con meno azione, con un canovaccio del genere, anche perché l'azione non era niente che non avessimo già visto.
E poi non mi è piaciuta la smacchiettizazione di Drunky duck, come non mi era piaciuta in precedenza quella del barone La Plume. Sono personaggi comici, facciamogli fare i comici. Rendendoli "seri" gli togli parte della loro caratterizzazione, rendendoli personaggi "comuni", normali, tutt'altro che memorabili. Qui se al posto di Drunky Duck ci fosse stato chiunque altro sarebbe stato esattamente lo stesso.

martedì 9 marzo 2021

La scure e il fulmine, il team-up tra Zagor e Flash

Zagor Flash la scure e il fulmine recensione
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Per tutti i lettori di Zagor l'EVENTO di questo periodo è ovviamente il team-up con Flash!
Evento che alcuni aspettano con ansia, altri con scetticismo, altri lo schifano a prescindere, ma non lascia nessuno indifferente!

Dopo un'uscita in volume cartonato della storia di 20 pagine che fa da prologo al crossover vero e proprio, ora è uscito il volume da edicola che raccoglie la stessa storia più altre 3 dei due personaggi, che è quello che ho acquistato io.

Scrissi tempo fa, in questo articolo, cosa ne pensavo di un incontro tra Zagor e Flash, articolo scritto sull'onda dell'annuncio e pieno di considerazioni preliminari, e chiaramente piene di pregiudizi, su una storia che non era ancora stata scritta. Era la fine del 2018, ne è passato  del tempo. Continuate a leggere per sapere se le mie idee siano rimaste le stesse. 

martedì 2 marzo 2021

Tutte le versioni di She-Ra, il personaggio più interessante dei Masters Of The Universe

She-Ra la principessa del potere

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Nel post precedente ho parlato della serie animata She-Ra e le principesse guerriere (2018) e ho spiegato perché (e quanto) mi sia piaciuta, nonostante tra gli appassionati dei Masters venga trattata come un parente appestato di cui è meglio far finta che non esista.

 Mi è venuta voglia quindi di recuperare la storia, o meglio le storie di She-Ra, vedere come si è evoluta negli anni e cercare di capire se l'enorme potenziale di questo personaggio è stato sfruttato a dovere.
Il canone è cambiato diverse volte e ancora più volte le origini di She-Ra sono state raccontate, ancora e ancora. Origini decisamente più interessanti di quelle del nobile fratello. Qui ho quindi raccolto tutte queste varie versioni così da poterle confrontare.
E' stato più faticoso del previsto, sappiatelo, quindi ditemi che sono stato bravo!

In questo articolo raccolgo anche le varie versioni del personaggio che sono uscite nel corso degli anni, tra statuette, miniature e quant'altro, un po' come ho fatto per Skeletor.

Andiamo a cominciare.

martedì 23 febbraio 2021

She-Ra e le principesse guerriere: miglior show dedicato ai Masters of the universe?


She-Ra e le principesse guerriere recensione


 Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Chi segue o visita anche solo saltuariamente questo blog probabilmente sa quanto io sia legato ai Masters Of The Universe, è quindi evidente che non potevo restare indifferente all'esistenza di un reboot della serie She-Ra la principessa del potere, no?

In realtà She-Ra e le principesse guerriere è del 2018, quindi si capisce che ci ho messo un po' a decidermi a guardarla. A fermarmi erano le pessime opinioni lette in rete, in particolare quelle che qualificavano lo show come una specie di manifesto per l'affermazione della superiorità femminile e di tutta la comunità LBGTQ verso i maschi bianchi eterosessuali, un po' troppo spesso ultimamente descritti come il male supremo che domina il mondo. Ma parlo per invidia, perché sono maschio bianco eterosessuale e ciononostante non riesco a dominare neanche il gatto di casa.

Alla fine l'affetto che provo per i Masters mi ha spinto a provare comunque.
Beh, devo dire che l'impatto è stato decisamente meno doloroso del previsto, anzi, la serie mi è addirittura piaciuta, e neanche poco.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;