venerdì 28 ottobre 2016

Mastema out of Hell


videogame retrogames

Salve a tutti, è Il moro che vi parla!

Oggi vediamo non un gioco intero, ma un progetto ancora in fase di preparazione, attualmente in attesa di fondi su Kickstarter.

Mastema Out Of Hell è (sarà) realizzato interamente dall'italiano Oscar Celestini, il cui lavoro principale è il disegno. Questo è il suo sito e questa la sua pagina su DevantArt (dove tra l'altro si possono trovare anche molti schizzi preparatori per questo gioco).

E' già autore anche di diversi videogiochi in stile retrogames per Android e PC, li potete trovare sulla sua pagina di sviluppatore su Google Play o sul sito apposito che ha creato.


videogame retrogames

In realtà io non sono un grande amante di questo genere: platform/hack'n slash ultradifficile. E' l'"ultradifficile" che mi blocca. Ho finito Super Ghouls and ghosts sul Super Nintendo ma solo perché ero su emulatore e potevo salvare quando volevo, e perché è comunque un gioco bellissimo.
Perché ho scelto di parlarvi di questo gioco in particolare, allora?
Perché va a incastrarsi nella serie inaugurata con Sense 8 e proseguita con L'ultimo cacciatore di streghe (recensione finita ma ancora da pubblicare): idee che vengono direttamente dal mio hard disk, che a quanto pare è più hackerato del cellulare di Jennifer Lawrence. Sì, anche l'idea di fondo di Mastema Out Of Hell è identica, nè più nè meno, a una traccia che avevo scritto tempo fa come abbozzo di un romanzo, o forse più di un racconto, visto che non avrei avuto una storia abbastanza complessa da farci un romanzo intero. Per lo più pensavo di riciclarla come racconto delle origini di uno dei cattivi di una mia ancora incompiuta saga di romanzi.
Non è che stia accusando nessuno di plagio, ovviamente, visto che quelle idee non hanno mai lasciato il mio hard disk. Mi viene solo da pensare che tutte le idee che ho forse le dovrei sfruttare un po' più in fretta.

retrogames


Ma torniamo a parlare del gioco, del quale potrete scaricare una demo gratuita sulla relativa pagina kickstarter: si tratta appunto di un platform in pixel art in stile 16 bit, che ricorda più di ogni altra cosa i classici Ghost'n Goblins, Ghouls 'n Ghosts o Demon's Crest. Abbiamo un mucchio di piattaforme su cui saltare, a volte mobili, a volte che ci scompaiono sotto i piedi o che si rivelano trappole mortali di qualche altro tipo. Abbiamo un'arma principale, una spada fiammeggiante che possiamo lanciare all'infinito (interpretabile come una spada che spara strali di fuoco, se preferite) un po' come le lance di Sir Arthur, a cui si aggiungono una serie di armi secondarie, o magie, che potremo raccogliere durante il gioco.
20 ambientazioni per 55 livelli promettono un gioco bello lungo, reso ancora più lungo dalla facilità con la quale ci lascerete le penne.

retrogames


Se vi piace il genere e non avete paura di morire spesso e volentieri, allora aiutate la campagna Kickstarter di Oscar Celestini. Basta un euro, ma con 7 potete anche garantirvi una copia digitale del gioco.

Per chi si chiede cosa significhi il titolo, "Mastema" è un personaggio del Libro dei Giubilei, un testo ebraico-cristiano considerato canonico solo dalla chiesa copta, secondo il quale alcuni angeli scesero sulla Terra con buone intenzioni ma finirono per concupire le figlie degli uomini. I capi di questi angeli erano Belial e Mastema, che vennero per punizione confinati da Dio nelle profondità della Terra. Mastema è quindi una figura affine a Satana, o meglio, è un Satana, visto che questa parola significa semplicemente "avversario" e viene usata per indicare diversi demoni o angeli caduti.

Il Moro

1 commento:

  1. 55 livelli di questa bellezza? WOW!
    Corro a vedere, che sono curioso

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;