martedì 22 dicembre 2015

Star Wars - Il Risveglio Della Forza, recensione di un non fan

recensione
Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Non è che la trilogia originale non mi fosse piaciuta. È solo che non ne ho mai fatto una ragione di vita. Li trovavo dei bei film che rivedevo volentieri ogni volta che li passavano in TV, ma se mi chiedete quali siano i miei film di fantascienza preferiti sono altri i nomi che mi vengono in mente.
Sarà che sono troppo giovane per averli visti al cinema (eh, eh :-D ). Sono conscio che all'epoca fossero qualcosa di mai visto, ma nel mondo in cui io sono nato erano qualcosa di già assodato, che meritava di certo un grande successo, ma tanto da ispirare folle di fan adoranti? Mah.

Sì, io sono uno di quelli che preferiva Star Trek. E ho sempre trovato il costume di Darth Vader/Lord Fener (all'epoca per non fare torto a nessuno lo chiamavo "Darth Fener" :-D ) sommamente ridicolo. Lo salvava solo la musica, altrimenti a ogni ingresso in scena di quel tizio con un aspirapolvere in bocca e gli occhioni della Disney sarei scoppiato a ridere.

E sono anche uno di quelli che ha trovato la seconda trilogia brutta, ma non un'incarnazione filmica di Satana. Il secondo era carino. Il terzo no, quello era davvero inguardabile.

Conscio di essermi appena tirato addosso l'odio di un quarto del pianeta, ecco cosa ne penso di questo episodio VII - fuga dal reparto geriatrico.

Da un certo punto di vista non è niente male. Perfino bello. Tutto quanto ci riporta all'originale trilogia: l'aspetto di veicoli e ambienti, i costumi, la regia, le battaglie aeree, gli assaltatori imperiali che sparano come matti e non colpiscono mai nessuno, il potere di taglio delle spade laser che cambia a seconda di quello che serve allo sceneggiatore, tutto quanto ha il sapore del primo Guerre Stellari ma realizzato con i mezzi di oggi. Ovvio che non può essere la stessa cosa: se all'epoca gli effetti speciali erano di una qualità mai vista prima, al giorno d'oggi siamo abituati e l'impatto non può essere lo stesso. Ne esce comunque qualcosa di visivamente spettacolare e in grado di toccare il cuore dei vecchi appassionati i quali possono dire, finalmente: questo è Star Wars.

redshirt stormtrooper


Pure troppo, aggiungo io.

La deriva citazionista raggiunge picchi davvero eccessivi, soprattutto quando influisce anche sulla sceneggiatura. Citazioni buttate lì a caso, come la scacchiera. Che c'entra la scacchiera? Anche a livello di trama e di personaggi, infatti, le similitudini con il primo film della saga sono evidenti e fastidiose. Al punto che si rischia di passare dal far contenti i fan al prenderli in giro.

Ciò non toglie che sia un film da vedere, possibilmente al cinema.

Se volete andare avanti a leggere per ulteriori considerazioni e curiosità varie, fate attenzione perché da qui in avanti troverete qualche piccolo SPOILER. Altrimenti scorrete in giù.

Il picco della riproposizione si tocca con il pianeta pistola, che non è un pianeta abitato da gente non molto sveglia. Una riedizione della Morte Nera pompata come Trunks dopo un anno nella camera dello spirito e del tempo. Ma almeno un'arma diversa?

star wars il risveglio della forza recensione

E meno male che viene rivelata subito la paternità di Kilo Ren, altrimenti si sarebbe ripetuta uguale pure la scena del ponte, che invece è solo quasi uguale. Sempre tutto in famiglia, comunque.

Curiosità: Oscar Isaac, l'attore che interpreta Poe Dameron e che è probabilmente destinato a sostituire Han Solo come simpaticone della squadra, interpreterà anche Apocalisse nel prossimo X-Men.

oscar Isaac

Voi ve l'aspettavate la fine del papino di Kilo Ren? Secondo me è rimasto appeso a qualcosa con la frusta. Non importa che sia esploso il pianeta, lui è lì appeso a qualcosa con la frusta. O forse sbaglio film?
Non sarà che col suo compenso ci pagavano tutto il resto del cast, per decidere di farlo fuori adesso?
Dati alla mano: Harrison Ford ci ha guadagnato 25 milioni di dollari + lo 0,5 % degli incassi (degli incassi, non dei profitti), e ha pure preso un milione e mezzo dall'assicurazione dopo un infortunio sul set.
Carrie Fisher ha preso solo un milione e mezzo di dollari, quanto l'infortunio di Ford. I due protagonisti 450.000 dollari a testa, anche se avranno anche loro una piccola percentuale nel caso che gli incassi superino il miliardo.
Capito perché l'hanno ammazzato, adesso? ;-)

Avete riconosciuto i creditori di Han Solo? Se no, potete rinfrecarvi la memoria qui. Sono proprio loro, Iko Kuwais e Yayan Ruhian, protagonista e cattivo di The Raid: Redemption, e Cepef Arif, cattivo di The Raid 2: Berandal. Non appena sono apparsi mi aspettavo che facessero il culo a strisce a KiloKal e a tutti gli Sturmtruppen. Insieme.
Avessi trovato un'immagine dal film, accontentatevi di questa.
Star Wars: The Force Awakens
E quel bel tomo del Leader Supremo Snoke l'avete riconosciuto? Ma come, no? È Andy Serkis, che ormai dorme pure con addosso la tuta per il motion capture. Quando la moglie gli dice di venire a letto lui risponde di sì ma poi si corica sul suo divano con la fodera verde. Quando gli chiede di andare a fare la spesa lui si mette a camminare sul tapis roulant e saluta gente che non c'è. quando deve andare dal dentista... va bene, la smetto.

Star Wars Leader Supremo Snoke

Parliamo della scelta dell'attore che interpreta Kilo Ren, tale Adam Driver, che comunque di film ne ha fatti e ha anche vinto un premio come miglior attore alla mostra del cinema di Venezia.
Ora, fan di Guerre Stellari, venitemi in aiuto: Darth Vader teneva la maschera perché era sfigurato o perché era una prerogativa del comandante di un esercito di soldati mascherati? Nel caso Kilo Ren mette la maschera perché ha lo stesso rango o solo perché ha quella faccia lì?

Ma naso e orecchie da chi li avrebbe presi? Se fosse sopravvissuto forse Han Solo sarebbe andato a dare un pugno in faccia a Leila dopo averlo visto senza maschera... 
La scelta di questo attore, per bravo che possa essere (non che abbia potuto dimostrarlo granché con una maschera in faccia per metà del tempo) non sarebbe nulla di strano in un telefilm inglese, ma in una megaproduzione americana è strana sì. Beh, buon per lui.

Star Wars recensione
Adam Driver con un lontano parente.
Come se non avesse già abbastanza problemi nella versione italiana ci mette anche lo zampino questa nuova fissa per mantenere tutti i nomi originali. Ben Solo? Davvero?
Comunque se pensate che sia brutto e che abbia un nome stupido non diteglielo che ha fatto il marine per due anni e mezzo e vi fa il culo.

E voi, l'avete visto Il Risveglio Della Forza? Che ve ne è parso?

Il Moro

19 commenti:

  1. Minchia quanto sono costati gli attori...
    Rispondendo alla domanda finale. Mi è piaciuto, lo considero un buon film. Ma non ho per niente quel dannato revival/fattore nostalgia della prima parte.
    La mezz'ora finale mi ha fomentato. Gli so un 7,5 su 10!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto Marco, con 1/2 voto in più perché con me il fattore nostalgia ha funzionato alla grande. Primo tempo un pò moscio, secondo tempo alquanto gagliardo. Ben solo porta la maschera per:
      -Nascondere il naso
      -Come forma di omaggio al nonno, cui spera di essere il degno erede
      Ah [SPOILER]

      Nel film c'é anche Daniel Craig...è lo storm trooper che si fa condizionare

      [/SPOILER]

      Elimina
    2. Eh, l'ho letto... strano cameo, se non ti riconosce nessuno! :-)

      Elimina
  2. Kylo non si può guardare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi "poveretto", non fosse che sta comunque meglio di me...

      Elimina
  3. Non lo ho visto. Ma tutte le recensioni che ho letto dicono "e' un belm film, da anadera vedere". Poi cominciano a parlare delle cose che non funzionano. Insomma, se proprio lo devo andare a vedere, mi dite il perche'? Sinceramente sono stanco di Guerre Stellari, vidi il primo quando usci, avevo 17 anni, era una "cosa mai vista", anche se mi sapeva tanto di una soap opera ambientata nello spazio. Il secondo film mi piacque di piu', ma gia' al terzo il mio interesse era svanito tra pupazzi di pezza, droidi rotolanti, genitori che non vanno d'accordo con i figli, guerrieri senili e fantasmi fuori fuoco. ".. ti amo... " " ... lo so ..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il perché è perché è fatto bene, con una regia perfetta, dialoghi ben scritti, personaggi interessanti, belle scene di battaglia e azione ed effetti speciali. quel paio d'ore passa in fretta e ti godi la visione. Poi ci ripensi un attimo e ti rendi conto delle cose chhe non vanno.

      Elimina
  4. Ahahah m'hai fatto morire :-D
    Serkis che vive in green screen è un'idea geniale :-P
    Non seguo più Star Wars da quand'ero ragazzo, ma mi piace leggere recensioni pepate, prive di occhiali ideologici e scritte col cuore ;-)

    RispondiElimina
  5. Ho visto il primo film e ho faticato parecchio, non capisco questo hype. A me piacciono THX 1138 e American Graffiti, ma non so perché i fan di Lucas non se li inculino nessuno. E ha anche prodotto due film di Akira Kurosawa, ma verrà ricordato solo per questa enorme soap opera spaziale come giustamente dici tu. -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine essere ricordato per star wars non è male, dai... :-)

      Elimina
  6. Il film mi ha fatto schifo.
    Han (io invece guardo principalmente film in originale, quindi per me è proprio sempre stato Han) è morto perché Ford ha specificamente chiesto di fare un unico film e morire (sul set per amor del cielo).
    E SW è fantasy spaziale e non fantascienza ;) grazie che preferisci altro :3

    RispondiElimina
  7. Star Wars VII è stato una mezza delusione per me, sembra una sorta di remake dell'episodio IV in versione 2.0. Si sente la mancanza di osare qualcosa fuori dagli schemi classici della saga.

    Sono d'accordo con quanti l'hanno detto precedentemente Star Wars è un fantasy con una patina di Fantascienza.

    RispondiElimina
  8. Ottima recensione. Sono convinto che proprio chi ama la trilogia originale dovrebbe considerare l'ultimo episodio una mancanza di rispetto. La regia è ottima ma la trama è elementare, forse un punto di partenza per costruire successivamente degli intrecci, delle sfumature nel carattere dei protagonisti ma poi perdevano l'autobus e allora hanno optato per la trama abbozzata senza andare oltre. OGNI SCENA è prevedibile con largo anticipo questo mi ha permesso di andare a far pipì durante primo e secondo tempo senza perdermi nulla.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;