martedì 23 maggio 2017

Rogue One, che a me non è piaciuto.

Rogue One, recensioneSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Come da titolo, a me non è piaciuto Rogue One: A Star Wars Story. E fino lì tutto bene, non penso di poter essere giudicato una brutta persona per questo (vi darò altri motivi per farlo più sotto).
Il punto è che non ho capito bene "perché" non mi sia piaciuto, visto anche che a quanto pare è piaciuto più o meno a chiunque, anche a quelli che non l'hanno visto.

Che io non sia mai stato un fan sfegatato di Guerre Stellari l'ho già dichiarato qui, e lo confermo. Confermo un po' di meno il tono della recensione appena linkata, che ripensandoci l'Episodio VII faceva ben più schifo di quanto ho scritto .

L'idea è valida, in fondo. Una sorta di spin-off per raccontare una vicenda che era a malapena accennata nella trilogia originale, seppure fondamentale per la storia. Fa niente che ci siano stati millemila altri fumetti e libri e videogiochi e serie animate a fare operazioni simili negli anni, facciamo finta che sia un'idea originale, dai.
E pazienza che si sappia già come finisce, in fondo lo si sa di un po' tutti i blockbuster hollywoodiani.

Rogue One, recensione

Buona la messa in scena. Ci sono le classiche battaglie spaziali spettacolari, con i caccia che fanno "whoosh" e i laser che fanno "ciuun ciuun", c'è gente che gioca a biliardo con gli star destroyer (se volete dirmi che la classe delle astronavi non è quella fatelo pure nei commenti), gente che urla ordini e altra che "ce l'ha in coda". Tutto molto già visto. Sarà questo? Sarà che quei "dogfight" negli anni settanta erano uno sforzo produttivo eccezionale che nessuno aveva mai visto prima, mentre ora arrivano, più o meno identici ai miei occhi, in un'epoca in cui gli effetti speciali sono la norma e non stupiscono più, senza contare che arrivano dopo una manciata di altri film più videogiochi, serie animate ecc. che ce li hanno già riproposti mille volte? Sarà che sono io che rompo i coglioni e che senza quelli un film di Guerre Stellari non avrebbe ragione di essere? Mah.

Rogue One, recensione

Ancora meno interessanti le scene d'azione a terra. In un film volutamente privo di "eroi" nel senso più hollywoodiano del termine, le scene terrestri mancano di "epicità" risultando delle "semplici" schermaglie a colpi di blaster (e con ciò abbiamo battuto il record di virgolette in una sola frase).
Si cerca di risollevare le sorti dei combattimenti da appiedati affidandoli alle abili mani di Donnie Yen e Wen Jang, rispettivamente l'arciere cieco e il tizio grosso che fa un morto ogni colpo di mitra (che si sa che Hollywood ci tiene a mettere un po' di cinesi in tutti i suoi film, ultimamente, per ovvie ragioni commerciali). I due personaggi funzionano anche abbastanza, nonostante siano tutti e due già visti e stravisti (emuli di Zatoichi ormai li trovi anche che ti servono il sushi al giapponese). Proprio per questo avrebbero forse meritato un po' più di spazio?
Ma tutti i personaggi sono piuttosto stereotipati e quasi per niente approfonditi. Saranno troppi? Possibile che in due ore e un quarto di film non ci fosse la possibilità di accorciare qualche pallosa sparatoria per migliorare la costruzione dei personaggi, dandoci modi di affezionarci un po' a loro visto che poi muoiono tutti (il primo che mi dice che ho fatto uno spoiler si becca blasterata, sparata spero non da uno storm trooper, che pure il cieco spara meglio di loro)? Sarà questo? Mah.

Rogue One, recensione

Sarà che il robot che avrebbe dovuto essere simpatico io sono riuscito a trovarlo solo irritante?
Sarà che in un universo dove si viaggia più veloci della luce fanno i backup esattamente come qui, con dei robot anche meno fighi di quelli che esistono realmente per cambiare le cassette? O che usano dei comuni hard disk da 5 pollici made in Taiwan invece di qualche supporto un po' più fantascientifico?
Sarà che Lord Vader (non guardate me, nel doppiaggio in italiano lo chiamano così), nonostante che la scena in cui si fa avanti a spaccare tutto sia forse la più epica di cui è stato protagonista, quasi horror addirittura, non riesce a non sembrarmi ridicolo (poche palle: il casco è ridicolo, gli occhioni d manga sono ridicoli e l'aspirapolvere in bocca è ridicolo. Ora potete dirmi che sono una brutta persona)?

Rogue One, recensione

Saranno i tempi che cambiano, o magari io che invecchio? Sarà che una trama banalotta come questa non mi basta più, per quanto possa essere supportata da una messa in scena eccezionale ed effetti speciali della madonna?

Sono io che invecchio e divento un'acida zitella rompicoglioni, mi sa.
Oddio,  sono invecchiato talmente che non mi piacciono più le sparatorie! Uccidetemi, presto!

Il Moro

14 commenti:

  1. Sara' che tu scrivi veramente male e sfoggi un qualunquismo allucinante? Forse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, fammi vedere quello che scrivi tu. ;-)

      Elimina
  2. Non è sicuramente il classico Star Wars, è più terreno, meno nobile, meno fantasy dell'originale e quindi può assolutamente non piacere. Ma per me è stato proprio un bel rilancio, e sono uscito dalla sala con un sorriso a talmente tanti denti che a confronto Lo Squalo era un ottantenne alcolista di Baton Rouge :)

    RispondiElimina
  3. "Sarà che Lord Vader (non guardate me, nel doppiaggio in italiano lo chiamano così)"
    Ha fatto un cambio all'anagrafe galattica in quell'oretta successiva al film mentre inseguiva la nave della principessa Lei(l)a (anche lei ha avuto una pensata simile).
    https://doppiaggiitalioti.wordpress.com/2016/12/31/nome-in-codice-rogue-uno-ladattamento-italiano-di-rogue-one/

    Qui a "doppiaggi italioti" è piaciuto ma con un grande "ma" spiegato nella nostra chiacchierata di svago cinematografico (ti faccio uno spoiler: bello e sorprendente nella sua mediocrità):

    https://youtu.be/lS08dvhwkck

    RispondiElimina
  4. Ti dico la mia.
    Quando l'ho visto, per la prima ora e mezza ho pensato: "Che 2 balls! Ma dove vogliono arrivare?".
    Poi arriva la mezz'ora finale che, secondo il mio modesto parere, un capolavoro che ti educa alla speranza. Solo quella scena salva tutto il film. Non riesco a volergli male.

    RispondiElimina
  5. Non so, a me è sembrato il quarto miglior Star Wars di sempre... ma io con i film SW ci sono cresciuto, li guardavo sempre da piccolo, per cui non escludo ci sia un effetto nostalgia che influisce non poco. O magari sono rimasto così "freddo" dopo aver visto Episodio VII, che mi è sembrata un'improvvisa ventata, non dico di originalità, ma perlomeno di voglia di fare qualcosa di un po' diverso, ogni tanto, giusto per provare che sia possibile scrivere non la solita storia. Però capisco le critiche e... be', SW è un prodotto datato. Oggi si potrebbero fare film su soggetti un po' più attuali, ma siamo nell'era dei *quel e di questo forse ci dobbiamo accontentare.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;