martedì 19 agosto 2014

Masters of the Universe - il secondo rilancio

http://comicattack.net/wp-content/uploads/2012/07/heman1_variant.jpg Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Nei post precedento abbiamo parlato del rilancio iniziato nel 2002 delle vecchie glorie della mia infanzia, i Masters of the Universe (o MOTU) (qui) e delle piccole opere d'arte create modificando i loro giocattoli (qui).
Quello che non tutti sanno è che c'è stato anche un ulteriore rilancio delle serie a fumetti, iniziato nel 2012 e tutt'ora in corso.

La serie animata e relativi fumetti del 2002 non era un vero e proprio reboot, ma piuttosto una continuazione con alcune cose modificate: si dava per buono che Eternia fosse già da tempo sconvolta dalla lotta tra He-Man e Skeletor, c'erano dei fatti avvenuti tra la vecchia serie e la nuova che venivano narrati tramite flashback, ma non c'era Hordak e tutta la parte relativa a Etheria.

Anche questa nuova serie di fumetti continua sulla stessa linea: non un reboot ma, come nello stile di tutti i fumetti DC sotto il marchio New52, continua azzerando alcune cose del passato. Come nel rilancio precedente i Masters si conoscono già tutti e combattono Skeletor da anni, ma ancora non conoscono l'Orda Infernale né gli Uomini Serpente, all'inizio.



http://sugarpulp.it/wp-content/uploads/He-Man-and-the-Masters-of-The-Universe-5.jpg

Prima è uscita una miniserie introduttiva di una dozzina di brevi numeri dedicati esclusivamente al mercato elettronico. Storie brevi, d'ambientazione, nelle quali i protagonisti non sono necessariamente i personaggi che conosciamo, ottime per entrare nell'atmosfera giusta, per tornare su Eternia, mondo mitico al centro dell'universo nel quale si trova la fonte del potere assoluto, abitato da molte specie originali e differenti, dove la magia convive con la tecnologia, e dove sempre infuria la lotta tra il bene e il male. Un'ambientazione, l'ho sempre detto, eccezionale.



Subito dopo ecco la prima miniserie, di 6 numeri.
L'inizio è straniante, perché troviamo Skeletor padrone del castello di Grayskull, e tutti i masters, Adam compreso, vittima di un incantesimo che altera la loro memoria.
Skeletor non è ancora riuscito a impossessarsi del potere nascosto nel castello, e sta torturando Sorceress per farsi rivelare i segreti di Grayskull, mentre i Masters sono tenuti occupati dall'incantesimo, convinti di vivere in un mondo dove skeletor ha sempre regnato.
Sorceress non riesce a fare altro che inviare sogni e il suo corpo astrale, in forma di falco etereo, ad Adam e Teela, i quali quindi si mettono in viaggio senza sapere bene il perché né verso cosa, seguendo i loro sogni. I cattivi, però, vengono a saperlo, e sono tutti molto ansiosi di vendicarsi di He-Man, ora che la sua identità non è più segreta.

http://i.usatoday.net/life/_photos/2012/09/10/He-Man-nothing-but-fun-for-Keith-Giffen-2C28LV9D-x-large.jpg

 Azione, dialoghi simpatici, una bella storia d'avventura non infantile. Non un capolavoro né niente di particolarmente originale, ma un buon rilancio.
Non si avverte, stavolta, la necessità impellente di vendere giocattoli. I disegni, forse un po' sotto l'elevata media degli standard DC, non sono fatti ricalcando i pupazzi (né mi risulta che debbano uscire serie di giocattoli legate a questa serie) e, anche se He-Man a un certo punto viene dotato di una nuova armatura (brutta), non ne cambia una appena ti giri come nella serie del 2002.

http://i1.cdnds.net/12/50/618x415/comics-masters-of-the-universe.jpg


Prima dell'uscita della serie regolare sono usciti anche tre speciali, Origin Of He-Man, Skeletor e Hordak. Belli, anche se troppo brevi, sembrano incompleti... insomma, tutti e tre narrano solo una parte delle origini dei personaggi. Bello quello su Hordak, che ricalca nello stile narrativo e dei disegni le storie "cosmiche" di Jack Kirby.

http://img3.wikia.nocookie.net/__cb20130703205150/marvel_dc/images/6/6b/He-Man_and_the_Masters_of_the_Universe_Vol_2_3.jpg
 
Tra l'altro, lo sapevate che (almeno in questa versione) Skeletor è fratello di Re Randor?
Sìsì, fratello maggiore, figlio del re precedente di cui ora non ricordo il nome, ma con una madre differente. La madre di Skeletor era una Gar, razza con la pelle blu, e per questo il giovane Keldor non ha mai potuto aspirare al trono, nonostante fosse più vecchio e anche più abile e coraggioso di Randor. Skeletor vittima di razzismo, chi l'avrebbe mai detto. Per questo, per l'invidia che provava verso suo fratello e l'odio per il padre, Keldor tradì vendendo dei segreti a Hordak, che qui è una sorta di vampiro succhia-anime millenario dall'aspetto identico ai tecnodroidi di Nathanneveriana memoria, per il momento confinato su Etheria.
Purtroppo il fumetto inizia che gli si sta già sciogliendo la faccia, e non è chiaro da cosa questo sia causato. Dopo la sua morte, comunque, viene resuscitato da Hordak come ringraziamento per i suoi servigi (e per altre oscure trame).
http://media.dcentertainment.com/sites/default/files/MOTU01cover.jpg


Ma torniamo a bomba. Una volta risolta la crisi e riavuti i ricordi, con Skeletor apparentemente morto, inizia la nuova serie regolare dei Masters, attualmente in edicola.
Fin dove sono arrivato a leggere io non si tratta di storie autoconclusive ma di un'unica, grande saga, che racconta dell'arrivo su Eternia  delle terribili truppe di Hordak, una minaccia come i Masters non hanno mai dovuto affrontare. Truppe incredibilmente numerose, con soldati talmente devoti al loro signore da non avere nessuna paura della morte, oltre che parzialmente meccanici, guidati da un generale che sembra avere molto di familiare agli occhi di Re Randor.
Sì, è proprio Adora, la gemella di Adam, rapita da Skeletor su ordine di Hordak quando era appena nata  e allevata dalla sua luogotenente nella violenza e nell'adorazione per il suo padrone.
Anche qui non c'è niente di davvero originale, ma la serie si fa leggere con piacere e ci sono alcuni buoni colpi di scena. Il personaggio di Adora è ottimo.

http://cdn2.maxim.com/maxim/sites/default/files/np011014_dcu_motu_article4.jpg
 
Nel frattempo è uscita anche un'altra miniserie, ambientata durante l'invasione dell'Orda Infernale, intitolata DC Universe VS. Masters Of The Universe. E già da qui andiamo male. 'sti crossover buttati lì a cazzo sono sempre delle boiate.
Qui Skeletor viene guarito da una misteriosa entità infernale che lo manda sulla Terra di Batman e compagnia cantante per drenarne le energie magiche. I Masters lo seguono e con diversi pretesti sono botte da orbi con la Justice League, mentre la Justice League Dark cerca di salvare il salvabile. Come in tutte le storie della Justice League i poteri vanno completamente fuori scala, ad esempio: uno che può controllare la mente di tutti i metaumani del mondo contemporaneamente, che se ne fa di altro potere ancora? E come si può pretendere che Man-At-Arms e Teela riescano a battersi ad armi pari con semidei come Flash e Lanterna Verde?
La salvo solo perché ci vengono rivelate alcune cose interessanti, tipo come ha fatto Skeletor a modificare la memoria di tutta Eternia e che fine hanno fatto alcuni personaggi di cui ci eravamo effettivamente chiesti dove fossero finiti.
Anche Il restyling del look di Skeletor avvenuto in questa miniserie, francamente, mi fa cagare, ma per fortuna non è destinato a durare.

http://4.bp.blogspot.com/-dsmzwjSjXgg/Um25nhLRuwI/AAAAAAAADEs/1f3Hgos82Dk/s1600/DCVMU_Cv2_wiwu76ywt5_-300x433.jpg

Da quando He-Man e compagnia tornano su Eternia la serie diventa ancora più interessante, con colpi di scena che lasciano straniati chi era abituato a una serie con continuity non serrata, di quelle dove alla fine del volume torna tutto come all'inizio. Niente del genere qui, anzi.
Unico difetto, se davvero lo è: la serie gira principalmente intorno a He-Man, Teela e Adora, con Man-At-Arms e Re Randor come comprimari principali. Tutti i numerosissimi altri personaggi sono poco più che comparse. Da una parte sarebbe bello leggere degli approfondimenti su tutti, dall'altra questa scelta permettere di mantenere una coerenza narrativa degna di un lungo romanzo e di non andare a perdersi in mille sottotrame che distrarrebbero solo dal filone principale.

A parte la quasi inutile parentesi contro i supereroi, la serie è quindi di buona qualità con punte anche abbastanza elevate, soprattutto agli occhi di questo anziano che scrive. Se anche voi siete vecchi appassionati, dategli un'occhiata. La DC pensa anche a noi vecchietti.

Il Moro


Tutti i miei post sui Masters

5 commenti:

  1. Purtroppo il secondo rilancio non ho avuto possibilità di leggerlo.
    Sembra interessante, DC a parte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è meglio di quanto mi sarei aspettato. Io la consiglio, soprattutto ai vecchi appassionati.
      Il Moro

      Elimina
  2. Moro, eccomi anche qui!
    Dunque, la serie 2002 in realtà era un reboot, almeno quella animata: iniziava proprio da zero, con Skeletor che si liberava dall'esilio e Adam che otteneva la Spada.
    Hanno cercato di dare una linearità alla trama, e mi piacque molto.

    I fumetti attuali non mi dispiacciono (purtroppo ne ho solo un paio di numeri: non li trovo!) ma non è la storia dei Motu che avrei voluto leggere.
    Io farei proprio un reboot totale fumettistico, fedele a ciò che i personaggi devono essere.
    Evitabile invece la sottotrama con la Dc. Ok che già negli anni '80 Skeletor invocò Superman per metterlo contro He-Man (cafonata totale) ma oggi era evitabile.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la storia con i supereroi dc è davvero demenziale... il nuovo look di skeletor poi...

      Elimina
    2. E' un peccato. Fossi in loro realizzerei davvero ex-novo un fumetto che racconti per filo e per segno la storia dei Masters.
      Finora ho amato i minicomics che sono usciti con alcuni personaggi Motuc. Stile grafico pulito e anni '80, storia piacevole e rispettosa... sì, mi piacciono.

      Moz-

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;