venerdì 20 settembre 2013

RoboCop vs. The Terminator, di Frank Miller - Recensione


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Mi riallaccio ai miei precedenti post su Robocop per palare di un tema caro alla vecchia scuola dei nerd anni '90: chi vincerebbe in uno scontro tra Robocop e Terminator?
I personaggi hanno in effetti delle similitudini e si potrebbero trovare diversi espedienti narrativi per farli incontrare.


Il primo a farlo è stato proprio il mostro sacro Frank Miller nel 1992, dopo la delusione dovuta a come era stata trattata la sua sceneggiatura per Robocop 2.
In questa storia è stata l'unione tra uomo e macchina in Robocop a portare alla nascita dell'autocoscienza in Skynet, quando ci si è connesso per la prima volta. Un soldato umano del futuro viaggia quindi indietro nel tempo per distruggere Robocop, seguito da tre Terminator decisi invece a proteggerlo.




I disegni di Walt Simonson ricalcano lo stile dello stesso Miller, con la differenza che sono brutti. Personaggi sproporzionati e stilizzati, fondali minimali quando non assenti... brutti.
La storia però è interessante. Ovvio che viene cancellato tutto ciò che c'è "intorno" a RoboCop: niente OCP, l'ultraviolenza e la decadenza morale del mondo sono appena accennate, per fare spazio a una storia di viaggi nel tempo e di armi enormi.
Diciamo che si lascia leggere, complice anche lo stile di Frank Miller che ci regala qualche bel momento. E' strano vedere questi Terminator delusi da Murphy, che loro considerano come un padre, e che invece li combatte. Gli offrono un mondo finalmente ordinato e pulito, gli offrono di divenire il loro dio, e non riescono a concepire il rifiuto.



Carina anche come vengono affrontati i viaggi nel tempo, che ogni volta modificano profondamente il futuro. Questo nei film di solito non si vede. Certo, ci sono paradossi a profusione, ma alla fine chissenefrega, non è per la verosimiglianza scientifica che uno legge RoboCop vs. The Terminator.
Diciamo però che avrebbe potuto essere sviluppata in modo migliore. Risulta essere una lettura non malvagia, ma nemmeno particolarmente interessante, degna di attenzione solo se non dovete pagarla e avete abbastanza tempo da perdere
Pensavo peggio, comunque. Sufficiente a stuzzicare l'immaginazione.


Robocop vs. The Terminator versione per SNES...
L'anno successivo sono usciti una manciata di videogiochi di Robocop vs. The Terminator sulle varie console disponibili all'epoca, dei quali solo quello per Megadrive era ispirato al fumetto. Io ce l'avevo, caruccio, ma anche se amate gli emulatori ci sono giochi migliori con cui sprecare il vostro tempo. Ricordo che il boss finale, che avrebbe dovuto essere Skynet stessa (stesso?) era una testa gigante di Terminator fluttuante.

... e per Sega Megadrive.

Il Moro

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;