domenica 21 luglio 2013

Pacific Rim: Tales from Year Zero

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Prendiamo in esame, dopo il post su Pacific Rim, questo fumetto che ne integra la storia.

Una giornalista, subito dopo l'annuncio della dismissione del programma Jaeger in favore del muro costiero, intervista diversi personaggi che hanno a che fare direttamente con la crisi in corso. Ci vengono quindi raccontate, dal punto di vista di alcuni dei personaggi principali del film, il primo attacco dei Kaiju al mondo, quello che viene mostrato all'inizio del film, e quelli immediatamente successivi. Insomma, tutta la parte riassunta all'inizio di Pacific Rim.
Viene anche data una (sommaria) spiegazione del "perché" è stato deciso di utilizzare questi robottoni invece di armi più convenzionali (niente che non fossimo capaci di immaginarci da soli, comunque).

La copertina è di Alex Ross, riconosciuto asso a livello mondiale tra i disegnatori di fumetti. I disegni inteni interni non sono niente di memorabile.

Ovviamente va letto solo dopo aver visto il film.


Per chi ha amato il film, può anche essere un approfondimento moderatamente interessante... ma alla fine è solo marketing. Si può leggere, se non lo si pag... ehm, *coff* coff*, altrimenti, anche no.



La frase da fighi (tra l'altro detta davanti alla statua di San Giorgio che abbatte il drago):

I've never believed in the end times. We are mankind. Our footprints are on the moon. When the last trumpet sounds and the beast rises from the pit... We will kill it.





Se vi va di approfondire ulteriomente il mondo descritto nel film, vi segnalo la Wiki di Pacific Rim, dove potrete trovare tutte, ma proprio tutte le curiosità e gli approfondimenti possibili su tutti gli elementi del film.

 Inoltre, sul sito PanPacificDefense, potrete tenere d'occhio la mappa degli attacchi, fare l'addestramento per diventare piloti di Jaeger e un mucchio di altre simpatiche minchiate. :-)
 
Già che ci siamo, segnaliamo anche il sito dedicato al film della Warner Bros, dove nella sezione "extra" troverete un generatore di wallpaper e la possibilità di costruirvi il vostro Jaeger.



Mentre vi chiedete perché diavolo non si sono limitati a seppellire la breccia sotto un'adeguata colata di cemento, vi racconto un piccolo e inutile dettaglio personale: anche da piccolo, non sono mai andato matto per i robottoni stile Voltron  e Jeeg (a parte il mitico Daitarn III che mi faceva morire dal ridere). L'unico che mi era piaciuto veramente tanto, e che ancora adesso metto tra le mie serie animate preferite di sempre, è Macross (e non erano male anche le altre due serie che in Italia erano state trasmesse sotto il nome di robotech). Che però era diverso e già più moderno.

Evangelion, invece, penso che sia una delle cose più brutte che ho mai visto. Tiè.

Lo dico e lo confermo: per me, Evangelion è LAMMERDA.
 Il Moro

4 commenti:

  1. Più che altro, Evangelion ti lasciava lì senza averne capito il senso... perché non c'era! Di tutti i robottoni, solo uno l'ho visto e rivisto con divertimento, ed è proprio Daitarn III!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non dirlo ai fanboys o cercheranno di spiegartelo... XD
      E ora, con l'aiuto del sole, vincero!

      Elimina
  2. Spero che il fumetto non sia una trashata... ma renda quanto il film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine, è solo marketing. Ne abbiamo visto esempi peggiori, comunque.
      Il Moro

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;