giovedì 27 giugno 2013

Le più belle storie di Superman

Le storie più belleSalve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Mi sarebbe piaciuto, in occasione del nuovo film del re dei precisini (finalmente senza ciuffetto tirabaci), fare un post sulle sue storie migliori, visto che quello sulle più belle storie di Batman è attualmente il più visitato di questo blog.
Purtroppo devo ammettere di non aver letto poi tutte queste storie dell'azzurrone, complice il fatto che non mi è mai piaciuto granché.
Insomma, dai: Superman (o Nembo kid, come lo chiamavamo quando ancora c'era Lui) è simpatico come un testimone di Geova alle 9 di domenica mattina.

Però posso parlarvi delle mie preferite tra quelle che ho letto.

Ci viene in aiuto l'ottimo volume dedicato a Superman de I classici del fumetto di repubblica, uscito se non erro nel 2003.
Oltre alla primissima storia, qui si possono trovare anche i due gioiellini scritti negli anni 80 da Alan Moore, spesso annoverati tra le storie migliori nelle varie classifiche reperibii in giro (e quindi non mancherò di includerli anch'io):

lunedì 24 giugno 2013

Star Trek - Into Darkness

O meglio, Into darkness - Star Trek, come ci tiene a sottolineare il Malvagio consiglio dei titli italiani(copyright by mr. Giobbin).
Ma che hanno in testa questi tizi?

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!
Riallacciandomi al mio precedente post, posso dirvi che quello che ho visto in questo film non è quello che avrei voluto vedere in un nuovo film di Star Trek.

Iniziamo questa recensione parlando dell'aspetto "tecnico": alla fine mi sono abbassato ad andare a vederlo in 3D, complice il fatto che grazie alla tessera del cinema lo pago lo stesso prezzo del 2D.
Il 3D di questo film è fatto abbastanza bene. Almeno è presente per quasi tutto il film, a differenza di quei cartoon dove lo infilano a forza in due-scene-due. Insomma, sarebbe non dico bello ma almeno non fastidioso, se il proiettore della sala non facesse pena. Spesso l'immagine era schiacciata in verticale o "sfuggiva" verso i lati. E questo al The Space Cinema di Torino (sala 5), giusto perché mi hanno fatto girare le scatole.
Che la vendetta di Khaless colpisca chi ha inventato il 3D.

venerdì 21 giugno 2013

Dragonero

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Dragonero è l'ultima collana della Sergio Bonelli editore, e mi è venuta voglia di parlarne prendendola alla larga.

Iniziamo quindi con Dragonero, primo volume della collana Romanzi a fumetti Bonelli, che raccoglie storie autoconclusive di circa 300 pagine.
Uscito nel 2007 per le penne di Luca Enoch (Gea, Lilith, Sprayliz) e Stefano Vietti (Hammer, Nathan Never), e la matita e le chine di Giuseppe Matteoni, è la prima incursione della Bonelli nel fantasy classico.
E gli elementi del fantasy ci sono tutti: demoni mantenuti buoni da un Divieto e confinati dietro a una lunghissima muraglia, maghi organizzati in un ordine, monache guerriere, elfi che vivono sugli alberi, nani che vivono sottoterra, draghi, due quest parallele, oggetti magici per risolvere la situazione, un signore oscuro, un eroe riluttante, e una spedizione di quattro persone in croce per salvare il mondo dalla distruzione. Ma perché non mandano mai un dannato battaglione, mi chiedo?

martedì 18 giugno 2013

Cosa avrei voluto vedere nei nuovi film su Star Trek



Salve a tutti, è Il moro che vi parla!

No, il nuovo film su Star Trek, Into darkness, ancora non l'ho visto. Dalle mie parti lo danno solo in 3D, e io sono allergico.

Però ho deciso di attivare il mio trekkie mode, e farvi sapere cosa avrei preferito vedere nella nuova saga di Star Trek.

Non ve ne frega niente, vero? Ma io ve lo dico lo stesso.

L'idea di fare un prequel con i personaggi della serie classica non mi è piaciuta fin da subito. Dopo 79 episodi TV e 6 film, più 22 puntate della serie animata e decine di libri, per me si poteva passare oltre.

sabato 15 giugno 2013

Mater Morbi, di Roberto Recchioni




salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Se vi ricordate ancora, al salone del libro ho comprato, tra le altre cose, l'edizione rilegata di Mater Morbi, una storia di Dylan dog già uscita nel numero 280 della serie regolare, e che ha riscosso molto successo.

Ora, io non sono un amante di Dylan Dog. Li ho letti fino al numero 120, poi ho venduto la collezione in blocco, tenendo per me solo i miei numeri preferiti. Una decina, più o meno tutti di Sclavi.

Sono stato spinto a comprare questo volume, edito da BAO Publishing, un po' per tutte le voci che ci giravano intorno, un po' per i disegni, un po' perché ero in fiera e non potevo mica andare via a mani vuote, un po' perché adoro John Doe dello stesso autore, un po' perché l'autore stesso era lì e me l'ha firmato.

Qui c'è il suo blog, tra l'altro.

mercoledì 12 giugno 2013

THE END OF THE GAME è uscito!

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Nuntio vobis gaudium magnum:

è uscito The end of the game, raccolta di racconti nella quale ne compare anche uno scritto da me medesimo!

Forse ricorderete che ne avevo già parlato qui. Un concorso che chiedeva di scrivere un racconto su uno sport fantascientifico violento. E io sono arrivato secondo.

L'ebook, contenente in tutto quindici racconti, è acquistabile per lo spaventoso prezzo di 1,49 € dal catalogo della casa editrice Eterea Comics&Books.
Questo è il link diretto.


Siete ancora qui?

Il Moro


-EDIT-

Ma CHE BELLO E' il booktrailer?


domenica 9 giugno 2013

Cappuccetto rosso sangue

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Cappuccetto rosso sangue (Red Riding Hood) è un film americano del 2011. Viene venduto come un fantasy-horror, anche se sente un po' troppo l'influenza di Twilight e meeenghiate simili... basti guardare i faccini puliti dei due insopportabili innamorati. Perfino i vecchi contadini avvinazzati, che dovrebbero avere visi e mani devastati da una vita durissima, sembrano fotomodelli effeminati. L'innamorato assomiglia pure un po' al bambascione luccicante Robert Pattinson. Anche la regista è la stessa dei primo film dell'orrida saga vampirica.
E' tratto da un romanzo di Sarah Blackley Cartwright, che non ho mai letto, quindi baserò questa mia impressione unicamente sul film.

giovedì 6 giugno 2013

Akira

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ho intenzione di parlare del manga originale di Katsuhiro Otomo, e non del film che ne è stato tratto e che è considerato un capolavoro del cinema d'animazione giapponese. Il film l'ho visto molto tempo fa, e l'unica cosa che mi ricordo è la sensazione di non averci capito una mazza.
Invece, la lettura del manga è bella fresca, nonostante sia uscito nel 1988. La versione che ho letto io è quella a colori e con lettura all'occidentale, da sinistra verso destra. Qualcuno storcerà il naso ma io devo dire che i colori, realizzati da uno studio americano per l'importazione nel loro paese, sono davvero azzeccati e ben fatti (a parte i palazzi, che in alcune inquadrature hanno dei colori un po' surreali, utilizzati probabilmente per far capire dove finisce un palazzo e comincia l'altro...), quindi va benecosì. Se penso allo scempio che fanno alla Bonelli quando fanno uscire i loro albi a colori... Sembrano colorati da un bambino col Paint... Va beh.

lunedì 3 giugno 2013

E gli editori italiani continuano a prenderci per il ...

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ieri passeggiavo per Torino, e stranamente, forse in occasione della festa del 2 giugno, forse perché ormai i negozianti come tutti gli altri non sanno più da che parte tirare fuori i soldi, c'erano molti negozi aperti.

Preso da un insano desiderio di arrabbiarmi, decido allora di farmi un giro in una libreria. E ovviamente non sono stato smentito.

Mi cade l'occhio su questo libro, sepolto in mezzo alle boiate fantasy young-adult (l'unico scaffale dedicato al fantastico).




sabato 1 giugno 2013

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;