sabato 26 gennaio 2013

Biancaneve

Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Parliamo del film del 2012 Biancaneve (Mirror mirror), per la regia di Tarsem (sarebbe Tarsem Singh, ma pare che negli ultimi film preferisca comparire solo con il nome).

Devo dire che io amo tutti i film che riescano a colpirmi visivamente, e non sto parlando delle esplosioni di Michael Bay: parlo di senso del bizzarro, di scenografie e costumi surreali, eccessivi.
E' quella cosa che mi fa apprezzare film come Legend di Ridley Scott o registi come Tim Burton, Terry Gilliam, Zhāng Yìmóu e anche questo Tarsem, di cui ricordo The Cell con Jennifer Lopez. (anzi, se avete altre opere/autori di questo tipo da segnalarmi, ben vengano). Anche se magari le sceneggiature sono noiose o poco interessanti, vedere fotografie e scenografie così belle me li fa piacere lo stesso (anche se poi magari non li riguardo una seconda volta).

Per questo, non dico che aspettassi con trepidazione di vedere questo film, ma di certo qualche aspettativa ce l'avevo.


Ovviamente non c'è bisogno che vi racconti la storia di Biancaneve. Sappiate che Tarsem riesce ad apportare abbastanza modifiche alla storia da renderla interessante ed evitare la noia da "già visto e stravisto", senza stravolgerla tanto da rendere la fiaba irriconoscibile. Una rivisitazione moderna, che può piacere o non piacere (io le principesse guerriere alla "Xena" non le ho mai digerite granchè) ma è comunque interessante e divertente in molti suoi aspetti, come nella figura del principe, che finalmente ha una parte importante.
Anche i nani sono simpatici e divertenti e, almeno, sono nani veri: non come i fotomodelli de Lo Hobbit!
Menzione d'onore a Julia Roberts che, nonostante l'eta la renda non più così vicina al titolo di "più bella del reame", ci regala una regina cattivissima e nello stesso tempo simpaticissima con un'ottima interpretazione. Non a caso il titolo originale, perso a causa del solito Malvagio consiglio dei titoli itaiani, era Mirror mirror, il che la dice lunga su chi sia il personaggio più importante del film.
Nota a  parte per l'interprete di Biancaneve, Lily Collins, figlia del più famoso Phil collins, cantante dei Genesis: della sua interpretazione non so dirvi niente, ero troppo distratto dalle sue sopracciglia.

vi sfido a distogliere lo sguardo da quei sopracciglioni
anche per un solo fotogramma!


Il tocco visionario del regista, quello di cui parlavo a inizio recensione, c'è, ma non si vede così tanto. Le scenografie, barocche e molto colorate, soprattutto quelle interne del palazzo, mi sono piaciute, ma non sono cose che rimangono nella memoria. La sezione "onirica" oltre lo specchio, con la capanna in mezzo all'acqua, invece, è molto interessante pur nella sua limitatezza. Molto belli e importanti i costumi, a opera di Eiko Ishoda, già premio oscar per i costumi di Dracula di Bram Stoker, recentemente scomparsa.

Tarsem Singh lascia trapelare la su anima indiana nei titoli di coda, quando i protagonisti cantano e ballano in stile che ricorda un po' Bollywood, ma non troppo.

Insomma, a me non è affato dispiaciuto. Magari mi aspettavo qualcosina di più dal punto di vista puiramente estetico, ma anche così è un film godibile e divertente, adatto per tutta la famiglia.

Il Moro


6 commenti:

  1. Mmm, quest'annata di Biancaneve ho preferito evitarla... L'altro per la Stewart, questo per la Roberts che non mi è mai piaciuta. Però, penso che almeno questo lo vedrò, mi affascinano quelle sopra cciglia XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mooolto sexy....
      Il Moro

      Elimina
    2. Appena finito di vedere! Carino, ma non troppo... i nani sono stati fantastici! Molto spassoso! E le sopracciglia di Biancaneve... cribbio, a volte mi sembrava che le espressioni dei personaggi fossero per quelle! Infatti facevo il secondo doppiaggio live XD

      Elimina
    3. Ah, recuperato al volo, eh? Sì, le sopracciglia della tizia sono la cosa che ci si ricorda di più del film...
      Il Moro

      Elimina
  2. Costretto a vederlo per far contente moglie e figlia...
    Alla fine non mi è dispiaciuto, tranne che per l'inutile scena del combattimento col mostro-burattino fatta esclusivamente per giustificare l'opzione 3D...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I mostri burattino avevano un loro stile, dai... Ma niente di memorabile, comunque.
      Il Moro

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
;